230Giorni 11Ore 15Minuti 53Secondi

Oltre 3100 al Conegliano Valdobbiadene Prosecco Running Festival, boom di stranieri

27 novembre 2023

Oggi nell’Abbazia Benedettina di Vidor la presentazione ufficiale dell’evento del 3 dicembre

41 nazioni estere rappresentate, massiccia adesione femminile (in media il 42% degli iscritti)

Più di 3.100 iscritti con oltre 450 stranieri, 41 nazioni rappresentate e una massiccia presenza femminile che, nella media dei tre percorsi, si aggira attorno al 41%. Una cinquantina le cantine e aziende agricole attraversate in quattro comuni (Vidor, Moriago della Battaglia, Farra di Soligo e Valdobbiadene), vigneti, angoli naturalistici e architettonici di pregio per il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Running Festival. La manifestazione organizzata da Asd Tri Veneto Run domenica 3 dicembre con partenza e arrivo a Vidor (TV) proporrà la 13esima Conegliano Valdobbiadene Prosecco Run di 21 km, l’ottava Conegliano Valdobbiadene Bollicina di 10 km e la prima Conegliano Valdobbiadene Prosecco Marathon di 42 km. Un evento che non punta al cronometro e al puro agonismo, ma che vuole offrire l’occasione ai partecipanti di gustarsi a tutto tondo, anche negli aspetti enogastronomici, le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene patrimonio UNESCO.
Oltre alla possibilità eccezionale di correre tra i vigneti, dentro le cantine, tra i fusti e le botti e anche tra i tavoli degli agriturismi, i partecipanti potranno gustarti i ristori ufficiali (oltre a partenza e arrivo, 6 nei 42 km, 4 nella 21 km e 2 nella 21 km) con prodotti tipici della tradizione veneta (polenta, muset, salami e soppresse, formaggi freschi e stagionati) proposti dall’organizzazione, oltre agli assaggi di Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg offerto dalle cantine.
Oggi, lunedì 27 novembre, all’Abbazia Benedettina di San Bona a Vidor la presentazione a meno di una settimana dall’evento, alla presenza di Mario Bailo, sindaco di Vidor, Luciano Fregonese, sindaco di Valdobbiadene, Mattia Perencin, sindaco di Farra di Soligo e consigliere dell’Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, Elivia Bortolomiol, presidente del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG e Nicola Zanetti, dirigente di Asd Tri Veneto Run. Presenti, tra gli altri, anche Mauro Fael, consigliere della Provincia di Treviso, Claudia Ceron, presidente Us Acli Treviso e Mario Sanson, delegato Coni Treviso.

PERCORSO

Il percorso prevede la partenza a Vidor dalla cantina La Tordera. I partecipanti si dirigeranno poi verso Mosnigo, in comune di Moriago della Battaglia e potranno ammirare i Palù, zona paludosa bonificata nel XIV° secolo dai monaci benedettini (si tratta di un ecosistema di prati delimitati da siepi e canali ad elevatissima biodiversità). Verrà poi toccato il comune di Farra di Soligo, con la frazione di Col San Martino e la sede della Pro Loco di San Martino, che ospita la più antica Mostra del Vino. I runner potranno inoltre ammirare le chiese di San Martino e di San Vigilio dominate dalle Torri di Credazzo. Sarà poi la volta del comune di Valdobbiadene, con il passaggio a Guia, con la chiesa di San Giacomo Apostolo (eretta nel 1674), e in località il Follo, borgo agricolo ai piedi della collina del Cartizze, e a Saccol. I partecipanti transiteranno poi dentro il parco di Villa dei Cedri, sede dal 2019 dell’Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene per arrivare poi nel centro di Valdobbiadene, con piazza Marconi, il Duomo e la Pieve. Seguirà poi il Parco della Filandetta (“un recupero di archeologia industriale, integrazione tra un simbolo di industrializzazione e l’agricoltura, ma anche un contenitore dover arte e cultura si incontrano”) e Villa Morona De Gastaldis. I podisti proseguiranno poi in Rive de Milan (con la sua maestosa casa padronale veneta) e in località Bigolino (con i tanti capitelli votivi, segni della devozione popolare). Ci sarà poi il rientro a Vidor, lungo le sponde del torrente Teva e sui tornanti di località Boschete, passando per San Giovanni e prima dell’arrivo, dentro all’Abbazia Benedettina di Santa Bona (eretta nel 1106), con il traguardo posto in piazza Capitello.

CANTINE E AZIENDE AGRICOLE ATTRAVERSATE

Lungo i tre percorsi di 10, 21 e 42 chilometri saranno toccate e attraversate cinquantadue cantine e aziende agricole. Si tratta di: La Tordera (sede di partenza), azienda agricola Ferronato F.lli, azienda agricola Ferronato Denis, Follador Prosecco Wines, Cantina Riva Granda, Bortolin Angelo Spumanti, Marsuret azienda agricola, Nani Rizzi Spumanti, azienda agricola Costa d’Or, azienda agricola Follador Francesco, Colesel Spumanti, Garbara Cartizze, Salis Ristorante Enoteca, El Palazon, Colline Guizzette, Cartizze PDC, Al Cartizze di Bepi Moret, Casa Gialla, azienda agricola Nani Martin, azienda agricola Rebuli Angelo e figli, Cantina Rosaval, Valdo, azienda agricola Val Longa, Domus PictA, Parco della Filandetta – Bortolomiol, Villa Morona, agriturismo Rive de Milan, Bottega del Vino – Villa Sandi, Barichel, Valvarse, Somasot – Sanzovo Paolo SS Agricola, Col del Balt di Sanzovo Carlo e Fabio, Cantina Produttori di Valdobbiadene, Val d’Oca Wine Center, Ca’ Dal Molino azienda agricola, azienda agricola Sentier, Prosecco Colbe, Tormena F.lli azienda agricola, azienda agricola Frozza, società agricola Mass Bianchet, azienda agricola Campion, agriturismo La Baracheta, Teruz Wine Shop, Da Riva azienda agricola, Cantina Castello di Berton, azienda agricola Giotto, Dal Din Spumanti, azienda agricola Ponte Vecchio e Riccardo.

PARTECIPANTI

Supera 3100 la lista iscritti distribuiti nei tre percorsi di 10, 21 e 42 km. Gli stranieri sono oltre 450 e rappresentano il 15% (il quadruplo del 2022). Ben 41 nazionalità rappresentate provenienti da 26 Paesi (Austria, Belgio, Brasile, Croazia, Francia, Germania, India, Irlanda, Israele, Lituania, Paesi Bassi, Perù, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Russia, San Marino, Singapore, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Svizzera e Ungheria). Il 41% degli italiani proviene da fuori Veneto (le regioni con il maggior numero di iscritti sono Lombardia, Emilia Romagna e Trentino Alto Adige).
Tra tutti gli iscritti, importante la presenza femminile che, nella media dei partecipanti, dei tre percorsi, si aggira attorno a quota 42%.

DICHIARAZIONI

Francesco Sartori, Presidente di Asd Tri Veneto Run
L’idea di affiancare la distanza di maratona all’evento “Conegliano Valdobbiadene Prosecco Running Festival” è nata dal mio profondo legame con questo territorio, le colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene e la voglia di far conoscere una gran parte di esso non toccato dai percorsi precedenti.
Questo è un territorio dove il paziente lavoro dell’uomo, nei secoli, si è adattato alla particolare morfologia del terreno, lasciando le tracce nei terrazzamenti che hanno permesso la lavorazione della vite, nelle pievi disseminate un po’ dovunque, nelle abbazie e castelli medievali fino alle moderne cantine.
Il mio personale ringraziamento va a tutte quelle persone che hanno raccolto la sfida e ci hanno aiutato a realizzare questa manifestazione. Senz’altro la sensibilità dei Sindaci dei comuni attraversati, dei proprietari delle varie cantine attraversate, ma soprattutto ai gruppi podistici che, profondi conoscitori del territorio, hanno individuato con me i vari tracciati: Lepri Strache di Vidor, Gruppo Marciatori del Prosecco di Col San Martino, Gruppo Edilcementi di Sernaglia, Valdogroup e tutte le associazioni Alpini di Vidor, Colbertaldo e del comune di Valdobbiadene.

Nicola Zanetti, dirigente di Asd Tri Veneto Run

Il nostro è un evento unico nel panorama del running poiché unico è il concetto sul quale si fonda: offrire un’esperienza che unisce nei fatti la passione per la corsa alla promozione turistica del nostro territorio. Conegliano Valdobbiadene Running Festival significa condividere insieme a migliaia di appassionati il piacere di correre senza pensare al cronometro, godendo della bellezza delle nostre colline e assaporando le eccellenze dei nostri prodotti tipici.
I numeri di questa edizione, la prima con il percorso di maratona, ci incoraggiano e sono grande motivo di orgoglio sia per il supporto dei nostri runners locali che per la presenza di così tanti turisti sportivi da tutto il mondo.

Mario Bailo, sindaco di Vidor

Fin dall’origine abbiamo sposato con entusiasmo questa manifestazione, che accanto all’aspetto sportivo ha sempre saputo valorizzare anche gli aspetti turistici. Vedere così tanti podisti e accompagnatori arrivare nel nostro territorio è sempre un piacere enorme. Ormai siamo conosciuti anche all’estero grazie al riconoscimento a patrimonio UNESCO. Sicuramente quello che oggi si chiama Conegliano Valdobbiadene Prosecco Running Festival ha contribuito a sua volta, fin dalla prima edizione, a far conoscere i nostri luoghi, perfetti da vivere correndo e camminando, e anche le nostre eccellenze enogastronomiche.

Loris Rizzetto, sindaco di Moriago della Battaglia

Siamo ovviamente favorevoli a questo tipo di eventi, che hanno una buona ricaduta sul nostro territorio, richiamando tanti appassionati che arrivano non solo dal Veneto, ma anche da altre parti d’Italia e dall’estero e che, oltre all’evento, possono conoscere e visitare i nostri luoghi. Negli anni la manifestazione è sempre cresciuta e ha sempre attirato presenze importanti, sia come numeri che come provenienza. Continueremo dunque a sostenerla, come abbiamo sempre fatto.

Mattia Perencin, sindaco di Farra di Soligo

Non vediamo l’ora di accogliere i partecipanti a questo evento che quest’anno si è fatto in tre, proponendo 10, 21 e 42 chilometri. Proprio quest’ultimo percorso ci vedrà coinvolti e, come di consueto, non faremo mancare l’accoglienza migliore. Un evento, quello organizzato da Tri Veneto Run, che ha saputo coniugare sport e turismo, facendo del primo il naturale traino per il secondo. Con le nostre colline e i loro saliscendi, ci sarà anche la soddisfazione di essersi “guadagnati”, dopo un po’ di sana fatica, un premio per gli occhi, grazie ai meravigliosi panorami, e per il palato, con le proposte enogastronomiche. Sapere poi che ci saranno diverse centinaia di stranieri è un’ulteriore soddisfazione.

Luciano Fregonese e Anna Vettoretti, sindaco e assessore allo sport di Valdobbiadene

Conegliano Valdobbiadene Prosecco Run è arrivata alla sua tredicesima edizione crescendo ogni anno di più e portando sempre delle novità. Quest’anno quella più importante è la Maratona, evento sportivo per eccellenza, la prima ospitata sulle colline patrimonio dell’umanità. Lungo le strade che salgono e scendono sulle rive di Valdobbiadene i partecipanti potranno ammirare le bellezze del nostro territorio e l’ospitalità delle persone che lo vivono. Una competizione pensata nei minimi dettagli per dare lustro a tutte le nostre eccellenze: il passaggio attraverso la riqualificata piazza Marconi e all’interno del parco di villa dei Cedri, sede dell’associazione per la tutela delle colline del prosecco di Conegliano e Valdobbiadene patrimonio dell’umanità, daranno la possibilità ai maratoneti di entrare nel cuore della città. Valdobbiadene saluta tutti gli atleti e gli appassionati dello sport all’aria aperta che saranno sempre i benvenuti.

Marina Montedoro, Presidente dell’Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene

Il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Running Festival è un appuntamento fisso per i runner di tutto il mondo e unisce la passione per lo sport alla conoscenza del nostro territorio. Questo evento, che nell’edizione 2023 si è rinnovato nel nome e nella forma diventando una corsa non competitiva per privilegiare l’aspetto del sano movimento e di visita delle Colline del prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, ha già raccolto oltre 2400 iscritti sulle tre distanze, dei quali 400 stranieri, da oltre 20 Paesi. Numeri che confermano la sempre più alta attrattività del nostro territorio a livello mondiale: basta pensare che il 43% dei turisti oggi sulle Colline sono esteri con una crescita del 32% (29% media veneta) pari a 3 volte la crescita percentuale di presenze di turisti nazionali in zona. Il Festival, che oltre ai contesti naturali attraversa cantine, vigneti, agriturismi è un’altra eccezionale occasione per valorizzare le Colline, all’insegna della sostenibilità e della salvaguardia di questo territorio.

Elvira Bortolomiol, presidente del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG

Ci onora la numerosa partecipazione di atleti internazionali, sinonimo della capacita attrattiva delle nostre colline nel mondo grazie al loro fascino e alla loro offerta, non solo enogastronomica ma anche sportiva”, – commenta la Presidente del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG, Elvira Bortolomiol. – “Siamo grati agli organizzatori per aver accolto positivamente e con celerità le nostre osservazioni in merito al nome della manifestazione. In generale il Consorzio ha avviato un’azione di monitoraggio e controllo su tutte le definizioni usate per nominare eventi, manifestazioni, iniziative promozionali o comunicazioni che si svolgono nel territorio del Conegliano Valdobbiadene e usano la parola Prosecco. Il Consorzio ha promosso un dialogo con i promotori di queste manifestazioni per far sì che, se organizzate all’interno dei confini della denominazione Conegliano Valdobbiadene Prosecco, esse richiamino correttamente la Denominazione nel proprio nome.

Matteo Canella, Responsabile Affari Generali di Alì S.p.A.

Il 3 dicembre sarà possibile per la prima volta attraversare le colline del Prosecco, patrimonio Unesco, e le loro stimate cantine grazie ad un’esperienza in grado di unire sapientemente l’aspetto tecnico di una gara di 42,195 km con la promozione turistica ed enogastronomica. E Alì, insieme a Chino, l’iconica mascotte arancione a forma di accento, sarà all’arrivo ad accogliere con tanti gadget tutti i runner che decideranno di intraprendere questo suggestivo percorso collinare.
“Siamo da sempre sostenitori dello sport in tutte le sue manifestazioni e discipline perché la pratica dello sport, unita ad una sana alimentazione, contribuisce a migliorare la vita alle persone ed è proprio questa la nostra mission. Anche attraverso il sostegno di eventi come Conegliano Valdobbiadene Prosecco Running Festival che promuovono momenti di sana aggregazione tra runner amatori e professionisti, la nostra mission trova la sua piena espressione. Siamo felici di accompagnare questa prima edizione della Conegliano Valdobbiadene Prosecco Marathon portando ai nastri di partenza una nutrita rappresentanza di collaboratori Alì, sia per le competitive che per il percorso di 10 km.”

PARTNER E ASSOCIAZIONI

L’evento è organizzato dall’Asd Tri Veneto Run con il supporto tecnico di Maratona di Treviso, sotto l’egida dell’Us Acli, con il patrocinio della Regione del Veneto, dell’Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene e del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg, oltre che dei Comuni di Vidor, Moriago della Battaglia, Farra di Soligo e Valdobbiadene e di Miane (toccata per alcune centinaia di metri dal percorso) e il sostegno di Banca Prealpi SanBiagio, Supermercati Alì, Tecnosteel, San Benedetto, Scatolificio Sarcinelli, Sogno Veneto, Méthode, Silca SpA, Kiron, Radio Company e Coldiretti Treviso.
Fondamentale il contributo delle associazioni locali, come Pro Loco la Vidorese, Lepri Strache di Vidor, Gruppo Marciatori del Prosecco di Col San Martino, Gruppo Edilcementi di Sernaglia, Valdogroup, Pro Loco Revine Lago, Eurovo Atletica Pieve di Soligo, Gruppo Amici del Basso Feltrino, Gruppo Ristoro Eroico, Asd Vidor Qdp, Silca Ultralite Vittorio Veneto, Ana di Vidor, Colbertaldo, Guia, Santo Stefano, Valdobbiadene, San Giovanni e Bigolino, Protezione Civile di Valdobbiadene e Pederobba, ANCC – Associazione nazionale carabinieri Federazione interprovinciale di TV-BL-VE.

Presentazione

ASD Tri Veneto Run
Ufficio Stampa e Comunicazione
ufficiostampa@trevisomarathon.com – 349 5242641